Tipologie

"I libri non ti voltano mai le spalle: nel più completo silenzio e con immensa umiltà, loro ti aspettano sullo scaffale".
(Amos Oz)

La carta è un materiale sottile e flessibile, in forma di foglio, formato da milioni di fibre vegetali intrecciate saldamente tra loro.
Le principali caratteristiche sono:

  • La flessibilità;
  • La piegabilità;
  • La stampabilità.

Una risma di carta comprende normalmente 500 fogli( dall’arabo rizma che significa “pacco, fascio”).
La grammatura di un foglio di carta è il rapporto tra il peso della carta e la sua superficie e risponde alle seguenti caratteristiche: peso 10÷150 g/m², spessore 0,03÷0,3 mm. Generalmente rappresenta la “consistenza” del foglio di carta.
In base alla tipologia si possono avere le seguenti caratteristiche: Carta velina, Carta increspata, Carta glassine, Carta igienica, Carta da parati, Carta carbone
Carta gommata, Carta monolucida, Carta patinata, Carta politenata, Carta di Amalfi, Carta ECF, Carta chimica, Carta termica, Carta da forno, Carta siliconata, Carta da lucido, Chine-collé, Carta da zucchero, Cartoncino (150÷450 g/m² con spessore maggiore di 0,3 mm), Cartone (450÷1.200 g/m² spesso fino a 2 mm).[11], Cartone ondulato.

In base alle sue applicazioni

  • Da stampa: in foglio sottile e liscio usato come supporto per le informazioni stampate. Si può avere carta per giornali e guide telefoniche, carta per periodici (riviste, settimanali), carta per libri e carte speciali (carte fotografiche, carta moneta, etc.).
  • Da scrivere e per ufficio: per la scrittura (quaderni, blocchi per appunti), per il disegno, per fotocopie e tabulati.
  • Da imballaggio: per avvolgere o contenere altri oggetti ( Cartoni e cartoncini: rigidi, è usato per fare le scatole per lo zucchero, per la pasta alimentare, per le scarpe, etc); carta kraft (in tedesco kraft = forza), molto robusta, per contenere sacchi per farina, cemento e fertilizzanti.
  • Per uso domestico: carta crespata e morbida, molto assorbente, per la cucina (carta-cucina, tovaglioli di carta) e per l’igiene personale (fazzoletti di carta, carta igienica).
  • Per alimenti: per il pane e la frutta; carta oleata per avvolgere alimenti untuosi.
  • Cartoni e cartoncini: rigido per lo zucchero, per la pasta alimentare, per le scarpe, ecc;
  • Cartone ondulato: per confezionare grandi scatole da imballaggio.

Ed ancora: carta da parati, carta da filtro, carta da forno, carta vetrata, ecc.